Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

The Musketeers – 1×10 Don’t Die Easily

The Musketeers

Athos (Tom Burke) prende una donna in ostaggio nella piazza e i Moschettieri sono sorpresi da scoprire che l’amico stava minacciando solo Milady (Maimie McCoy). Athos è furioso quando scopre che D’Artagnan (Luke Pasqualino) la conosce, testando così la loro amicizia. D’Artagnan è costretto a dover chiedere l’aiuto della stessa Milady.
Il Cardinale (Peter Capaldi), impaurito che i Moschettieri possano provare la sua colpevolezza nell’attentato alla regina, spinge Milady ad ucciderli. Milady non ha quindi altra scelta se non rivedere il suo losco passato, mettendo così Costance (Tamla Kari) in serio pericolo. Ecco il video promo della puntata.

Immagine anteprima YouTube

Anticipazioni e Spoiler

 Athos punta una pistola addosso a Milady dopo essersi scolato parecchi litri di alcol. Porthos corre ad avvisare gli altri, senza però riconoscere chi è la donna almeno all’inizio. Quando Athos rivela agli amici chi è, aggiunge anche che è sua moglie. Milady chiede aiuto a D’Artagnan e gli altri capisco che è lei è la sua benefattrice e Athos dice che deve scegliere tra lei e i Moschettieri per poi puntargli una pistola contro e, mentre D’Artagnan cerca, in un momento di disattenzione di disarmare Athos, l’uomo gli spara.
La figlia di Mellendorf cerca di parlare in favore del padre spiegando al Re che se verrà giustiziato molti dei suoi alleati non rimarranno con le mani in mano. Il Re le rivela che scopriranno qual’è la verità che si nasconde dietro l’attentato alla Regina.
Il Cardinale, impaurito che si possa scoprire che c’è lui dietro al mandato, fa di tutto per spingere Louis a credere che l’unico vero colpevole è Mellendorf. Richelieu affronta così Milady chiedendole di uccidere Athos e tutti i suoi amici.
D’Artagnan si è ripreso dal colpo ricevuto dall’amico, anche se ancora con un evidente fasciatura. Ma mentre si sta rivestendo, Milady gli punta una pistola alla tempia e gli chiede se può fidarsi di lui. La donna cerca in tutti i modi di mettere il ragazzo contro gli altri Moschettieri, spiegandogli come il Cardinale potrebbe diventare il suo protettore. Dicendogli che non c’è nessuno futuro per lui nei Moschettieri lo bacia, chiedendo di crederle almeno in quel gesto.
Costance arriva di corsa al covo dei Moschettieri chiedendo dov’è D’Artagnan e Porthos le spiega i motivi per cui ha litigato con Athos, ma la ragazza lo ha già intuito: Milady. Costance si colpevolizza dicendo che è stata lei a spingerlo tra le braccia della perfida donna.
Milady racconta a D’Artagnan la sua storia. Era una ragazza povera dedita al furto e al borseggio, ma tutto è cambiato quando ha sposato Athos, mentendogli sul suo passato. Il fratello di lui, Thomas, ardeva di desiderio nei confronti della donna e ha cercato di stuprarla, così lo ha ucciso. Athos non le credette, soprattutto dopo aver scoperto il suo passato. Milady mostra a D’Artagnan che il segno sul collo è stato lui a farglielo, ricordando al ragazzo che un giorno, aveva detto, avrebbe ucciso chi è stato a farle quello sfregio. Mentre D’Artagnan dice che non ucciderà il suo migliore amico, Treville viene a bussare alla sua porta, spiegandogli che Athos non servirà più i Moschettieri fino a che ci sarà D’Artagnan. Così il Capitano gli consiglia di lasciare il reggimento. D’Artagnan sembra quindi convinto delle parole di Milady, recandosi al centro dei Moschettieri per chiarire la situazione. Solo a quel punto i Moschettieri si abbracciano, facendo capire che è stata tutta una messa in scena per incastrare la donna e il Cardinale.
Milady incontra in una taverna Sarazin per chiedergli aiuto nell’uccidere i Moschettieri, in cambio l’uomo le chiede di tornare a lavorare per lui come ladruncola.
D’Artagnan e Athos inscenano, sotto gli occhi di Milady, il duello che dovrebbe portare alla “morte” del moschettiere più anziano, ucciso per un colpo di pistola a salve. Porthos infatti sparge del sangue finto su Athos. Costance viene avvisata di quello che è successo. D’Artagnan spiega a Milady come ora abbia bisogno di aiuto e difesa perché Aramis e Porthos cercheranno sicuramente vendetta. La donna lo conduce quindi dal Cardinale che gli dice che verrà, invece, impiccato per aver duellato a cielo aperto. Il Moschettiere quindi prende in ostaggio Milady, spiegando all’uomo come la lettera firmata falsamente da Mellendorf riguardi invece il Cardinale. Se lo vorrà e lo lascerà libero, lui potrà tirarlo fuori dai guai.
D’Artagnan consiglia a Richelieu di consegnare lui in cambio della lettera che lo incastra a Porthos e Aramis. In cambio vorrà un posto tra le Guardie Rosse. Il Cardinale accetta e mando un messo a contattare i Moschettieri.
Costance viene incastrata e messa prigioniera in un sotterraneo da Sarazin, ma sfruttando un momento di debolezza della sua carceriera riesce, con i vetri di una bottiglia, a liberarsi. Ma Milady è sulla porta e le tira un pugno che la stende. Quando si riprende Milady spiega la situazione a Costance.
Nel frattempo viene compiuto il finto funerale di Athos, dove Porthos si commuove. In una taverna dove incontrano Athos, Aramis viene fermato dal messo del Cardinale. All’interno del palazzo di Richelieu avviene lo scambio. Ma quando l’uomo scopre che la lettera è bianca dopo aver confessato davanti a tutti di aver ordino l’attentato, capisce che ad ascoltare tutta la storia c’era anche, nascosta, la Regina. Anna, quindi, gli dice che risparmierà la sua vita, ma se lo beccherà un’altra volta, non sarà così buona di cuore.
Il Cardinale consegna Milady, dicendo loro, se la trovate è vostra a me non serve più. La donna si incontra con i Moschettieri e capisce che Richelieu l’ha tradita. Ma lei fa spallucce convinta che Athos sia morto, ma quando appare alle sue spalle, capisce di essere caduta in una trappola. Ma convince tutti a rincontrarsi in un altro luogo dove porterà anche Costance, i Moschettieri si preparano così alla battaglia finale, ben consapevoli dell’imboscata che la donna tirerà loro. Milady messa alle strette prende in ostaggio Costance che però riesce a liberarsi e correre tra le braccia del suo amato D’Artagnan. Athos lascia libera Milady dicendo di andarsene, ma di non farsi più vedere a Parigi sennò la ucciderà.
Costance scopre che suo marito ha tentato di togliersi la vita perché non poteva immaginare un’esistenza senza di lei. La donna è così costretta a rimanere con lui, nonostante l’amore per il giovane Moschettiere.
Il Re convoca il Cardinale, ma per annunciargli che la Regina è incinta e per questo motivo, per festeggiare, il conte Mellendorf viene lasciato libero. Il figlio della Regina però non è del Re, ma di Aramis.

Powered by Romavirtuale.com