Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Da Vinci’s Demons – 2×06 The Rope of the Dead

Da Vinci’s Demons

Leonardo Da Vinci (Tom Riley) cerca di entrare nella Volta del Paradiso, Riario (Blake Ritson) deve affrontare varie battaglie, mentre Lorenzo (Elliot Cowan) prende parte ai giochi sanguinolenti di Re Ferrante. Lucrezia (Laura Haddock) si imbatte nei turchi mentre si sta avviando verso Costantinopoli. Ecco il video promo dell’episodio.

Immagine anteprima YouTube

Anticipazioni e Spoiler

La sacerdotessa Ima porta Leonardo in un’altra parte della grotta dove sono e gli dice che per raggiungere la Volta del Paradiso dovrà congiungersi in armonia con lei: si dovranno sposare. Il capo tribù, Topa (Raoul Trujillo), li interrompe, minacciando i due che farà di tutto per mantenere il Libro delle Lamine. Ima avverte poi Leonardo che sua madre è entrata nella Volta e non ne è mai uscita. Zoroastro intanto cerca di uccidere Riario mentre dorme, ma interviene Zita.
A Napoli intanto, Alfonso sta frustando Lorenzo in prigione, costringendolo a raccontargli cos’è per lui Ippolita. Nella foresta nel frattempo, gli Inca si preparano a celebrare il rito affinché Leonardo possa entrare nella Volta del Paradiso, sposando Ima, quest’ultima come pegno d’amore, chiede all’artista di donarle l’anello che ha al collo (quello donatogli da Lucrezia), lui acconsente.
A Napoli, in prigione intanto, Lorenzo conosce un certo Vezzi, che lo mette al corrente del fatto che Ferrante è solito sfidare, chi vuol avere udienza da lui, con una gara a tiro con l’arco, ed ha, poi, una visione di suo fratello Giuliano; arriva Ippolita e spiega a Lorenzo come si svolgerà la gara, Alfonso è stato, finora, l’unico a sopravvivere; l’unica alternativa è uccidere Ferrante, lei così diventerebbe Regina e destituirebbe Alfonso. Nella foresta, Leonardo deve offrire un pezzo della sua carne al dio Veracocha, tramite degli animali, assieme a lui anche Riario: se non aiuterà, Leonardo morso da un serpente, l’artista morirà. Lucrezia e il suo aiutante sono in viaggio verso Costantinopoli, lei inizia a dubitare di suo padre. Il suo aiutante si sente male e davanti a lei si materializza Al-Rahim.
Nella foresta, Leonardo sta lottando tra la vita e la morte, Ima gli dà da bere una sostanza chiamata La corda del morto, così potrà mettersi in contatto con gli spiriti e carpire i segreti sulla Volta del Paradiso; lei gli farà da guida, ma i due dovranno unirsi sessualmente. Riario si sveglia in mezzo ad un campo, e deve evitare di farsi prendere dagli uomini della tribù. Leonardo, intanto, si è addormentato e sta sognando l’aldilà, Ima lo guida. Leonardo inizia a ricordare il passato, vede dei morti intorno a lui, tra cui Giuliano de’ Medici che gli pone un indovinello, quella la sfida per riuscire a raggiungere la Volta. Riario continua la sua fuga, lottando con gli Inca. Leonardo risponde in modo corretto all’indovinello e Giuliano gli apre le porte della Volta.
Nel frattempo, Lucrezia, continua a parlare con Al-Rahim, e poi ha una visione della sorella morta. Giuliano, invece, continua a far compagnia a Lorenzo e lo incita a combattere. Riario tende un’imboscata agli Inca e ne uccide molti. Leonardo prosegue il suo cammino e si ritrova davanti al dipinto della Gioconda, un uomo gli dice che è stata dipinta da lui nel 1502, ma nessuno sa chi sia; Leonardo pensa sia sua madre, ma non capisce come sia riuscita a finirla, poi si domanda dove possa essere il paesaggio alle spalle della donna. Leonardo si vede poi vecchio e morente in un letto, egli chiede al vecchio sé se riuscirà a raggiungere il Libro delle Lamine, lui gli dice che dovrà proteggerlo a qualsiasi costo, dai nemici dell’uomo: Leonardo poi sviene.
A Napoli, intanto, ha inizio la cruenta giostra di Ferrante. Vezzi tenta di uccidere il Re, ma viene decapitato, è poi la vota di Piero Da Vinci e Lorenzo; quest’ultimo chiede che Piero venga risparmiato, Ferrante non accetta. Lorenzo si prepara ad affrontare la giostra pensando all’odio che prova per Leonardo e per il fratello Giuliano. Lorenzo vince. Intanto, Lucrezia, il suo aiutante e Al-Rahim arrivano a Costantinopoli.
Riario trova la strada verso il tempio Inca, poi dovrà uccidere Zita per avere l’antidoto e salvare Leonardo, che intanto si affretta ad uscire dalle porte dell’aldilà. Riario uccide Zita e prende l’antidoto; Leonardo è salvo, ma Riario gli dice che se non otterranno il Libro, lui lo ucciderà.

Powered by Romavirtuale.com